Dott. Silvia Piva

Psicologa Infantile a Bologna e Imola

Si occupa di disturbi dello sviluppo e dell’apprendimento

 

Disortografia

Cos’è?

La Disortografia è un disturbo di natura neuro funzionale presente sin dalla nascita. E’ importante sottolineare che il bambino disortografico è un bambino intelligente con quoziente intellettivo (QI) nella norma. La disortografia è un disturbo di natura linguistica. Il bambino disortografico non riesce ad automatizzare i processi di scrittura o di trasformazione del fonema in grafema o di memorizzazione delle scritture irregolari e delle regole ortografiche che compongono la scrittura complessa. Pertanto la scrittura esecutiva appare lenta rispetto agli standard e con errori che si discostano dai valori attesi per classe ed età. Nonostante l’impegno e l’esercizio, il bambino non riesce a raggiungere gli stessi risultati dei compagni di classe, impiegando tutta la sua attenzione ed impegno nell’attività di scrittura con conseguente stanchezza in tempi brevi.

Cose si esegue la diagnosi

come per la dislessia è possibile riconoscere questo disturbo e diagnosticarlo solo al termine della seconda elementare quindi dopo due anni di insegnamento normale. La diagnosi di disortografia viene effettuata tramite test standardizzati che valutano le componenti delle capacità di scrittura. Tuttavia durante i primi due anni di scuola elementare è possibile effettuare una valutazione sui prerequisiti della scrittura, cioè su tutte le componenti cognitive necessarie all’acquisizione dell’abilità di scrittura. Grazie a questa valutazione è possibile effettuare un potenziamento prima già dai primi anni di scuola elementare.

Trattamento

Il trattamento della disortografia come per la dislessia avviene tramite un potenziamento delle componenti cognitive che insieme costituiscono l’abilità di scrittura. E’ possibile grazie al potenziamento migliorare la correttezza ortografica e la velocità per raggiungere i requisiti minimi di autonomia nello studio.

Strumenti Compensativi

Oltre al trattamento è possibile avvalersi di strumenti compensativi che supportino il bambino nel processo di scrittura. L’utilizzo di tali strumenti sono proporzionali alla serietà e modificabilità del disturbo . Esistono infatti programmi volti a facilitare la scrittura: libri digitali, programmi di sintesi vocale, predizione ortografica, suggerimento lessicale, controllo ortografico e registratori vocali, possono inoltre essere utilizzate forme di verifica personalizzate.

Strumenti Dispensativi

I bambini affetti da questo disturbo, possono essere dispensati se ritenuto necessario (dalla serietà del disturbo) da alcune attività che per loro risultano molto faticose: prendere appunti può essere compensato da un registratore vocale, il dettato, verifiche scritte sostituite da quelle orali e lingua straniera scritta.

Fai la tua domanda
Per qualsiasi tipo di domanda inviami una mail, ti risponderò al più presto.
La risposta verrà inviata al tuo indirizzo e-mail e pubblicata in forma anonima sul sito nella sezione domande.